Tutto in ordine

Si torna a mangiare in maniera normale, almeno fino al 31 😀

Ho messo in ordine un po’ la camera ed ecco qua 😀

20181224_172028.jpg20181224_172052.jpg20181224_172110.jpg

Ade

Annunci

Mafia III: trama cupa ma avvincente

…quando la mafia italiana è l’antagonista e non la protagonista come nei precedenti due capitoli…

Siamo a New Bordeaux (New Orleans) nel 1968, il protagonista è un afroamericano reduce della sconfitta in Vietnam di nome Lincoln Clay. Un uomo tormentato e che conosce solo la violenza, che infine lo consuma in tutto e per tutto facendolo diventare peggiore dei mafiosi che infestano la sua città a partire dal quartiere afro in cui abita. Il 1968 è una data importantissima, è stata la stagione maggiore sulla conquista dei diritti da dopo le Resistenze antifasciste. Il ’68 fu l’annata delle Sinistre libertarie e dei diritti civili, dell’antirazzismo e delle conquiste sociali giovanili. La sconfitta in Vietnam provò molto le truppe che tornarono dal fronte ma nel caso dei soldati afro o di altra etnia (italiani o ispanici per esempio), non ebbero alcuna assistenza da parte dello Stato provocando un forte scontento che portò disperazione, con conseguenze poco carine (il suicidio era il caso meno peggio). Molti passarono nelle fila criminali. Di certo non si giustifica questa mossa ma le condizioni materiali erano palesi ecco. La trama del gioco ripercorre un cammino di giustizia privata e potere, dando la massima libertà al giocatore sul personaggio. Lui non è un mafioso ma diventa peggiore di tutti i mafiosi. Cresciuto da un prete che tenta ogni strada per farlo recuperare ma infine, si arrende e lo lascia al proprio destino. Appoggiato da un sicario anticomunista della CIA, che gli fornisce informazioni cruciali sulle caste mafiose da abbattere e da svariati gangsters di molte nazionalità con quei nemici in comune: i mafiosi italo-americani. Il gioco è molto cupo, questo personaggio mette angoscia ma è molto affascinante. Non appena la mafia italo-americana stermina la mafia nera del suo quartiere e brucia il locale ove era cresciuto, inizia la vera trama: scalata al potere e distruzione totale. Il tutto condito con pezzi musicali da urlo (dal funk al rock n roll e psichedelico, ecc…) di un’Epoca che ha segnato intere generazioni.

Mafia III è un capolavoro, che insegna la brutalità di questa realtà che ancora oggi molti evitano o non ne vogliono sapere.

Licoln-clay-mafia-IIIdimsMy2K_Entitlements_Bonus

Ade Khan

Settimana di Ferragosto…FINALMENTE!

Finalmente trovo il tempo per scrivere: l’estate 2018 procede alla grande, tutto fila liscio più dell’olio e ne sono lieto. Il 14 mattina, martedì, parto per Rimini e vo dalla morosa per circa 1 settimana. Purtroppo non andiamo in altri posti a causa di poche ferie ma ci divertiamo comunque. Abbiamo organizzato feste, cenette erotiche e poi esce il secondo film su Antman (proprio il 14). La Sicilia deve aspettare, idem qualsiasi altra meta prefissata ma si recupera, ovvio che si! Questione di tempo! 😀

20180622_085821.jpg

Dopo la settimana di Ferragosto occorre concludere l’estate nel migliore dei modi e so già cosa fare. Piano piano ricomincio a scrivere!

Ade

Nuovo vinile

Al di là che sto cominciando a disprezzare questo Paese più di prima (e non per la crisi, modestamente ho una vita piuttosto agiata…alle facce vostre ah ah ah) e spero di levarmi dalle palle il prima possibile, ieri mi è arrivato un vinile dalla Jamaica…regalo di un amico. Il genere in questione è il Dub, che viene dal Reggae. Il Dub nasce come remix dei pezzi Reggae, ed è stato il primo genere musicale ad introdurre certi effetti di mixaggio (ripresi poi nell’Hip-Hop ed in altri stili) fra brani musicali, voci e strumenti vari. L’artista in questione è uno dei massimi esponenti della scena Dub jamaicana. Dub against racism!

Buondì by Ade

Bright…bellissimo!

32191-this

Gli Elfi sono i ricconi, gli Umani la classe media e gli Orchi beh…straccioni e cattivi per forza…ma in chiave moderna, urban e poliziesca!

Will Smith sempre fico ma l’attore dell’orco…unico! Un film che mediante elementi fantasy/mitologici/fiabeschi denuncia il razzismo ed i pregiudizi che parlano prima della ragione. Il tutto viene accompagnato da una colonna sonora da paura, almeno per come la penso io. 😀

Lo consiglio a tutti! 😉

Gli Orchi vestiti urban, come me…non potevano essere più geniali di così a mio avviso. 😀

bright-1_1050_591_81_s_c1

Ade